Dipingere in terza età aiuta ad esprimersi e a stare meglio, ecco perchè

Dipingere, colorare o perché no, cimentarsi nella scultura, sono attività adatte per rilassarsi.

Molte persone, finita la scuola primaria, hanno certamente messo in un cassetto tutti i colori a tempera, le matite colorate e i vecchi disegni.
Secondo gli scienziati invece esistono dei validi motivi per cui è bene ricominciare ad utilizzarli. Specialmente se si sta affrontando la terza età, perché vengono stimolate delle aree del cervello importanti, associate alle abilità motorie e alla creatività.
Nonostante gli acciacchi e le difficoltà motorie presenti in questa fase della vita, la possibilità di poter creare qualcosa di unico e di poter esprimersi senza nessun ostacolo è molto di aiuto, aumentando l’autostima.
Qui l’unico limite è la fantasia.

anziana-pittura

Esistono molte strutture che consentono di effettuare corsi di arte terapia, ed è un modo anche per socializzare con altre persone e condividere piacevoli momenti. Per non parlare dell’aspetto forse più importante, ovvero il senso di soddisfazione personale che si presenta dopo aver creato qualcosa di unico.
L’arte quindi non ha né regole, né logiche: è compresa da tutti, ognuno può interpretarla e esprimerla come meglio crede.
Per le persone con difficoltà comunicative o per chi soffre di Alzheimer, è una terapia eccellente: è possibile esprimere attraverso la pittura molte delle cose che si vorrebbero esprimere a parole, dando vita a dei piccoli capolavori su tela.
Durante l’arte terapia, il terapeuta mostra un’opera o fa ascoltare una canzone.
I pazienti, riconoscendola, attivano delle aree del cervello che fanno riemergere ricordi o persone conosciute, e iniziano a dipingere le emozioni che suscitano in loro questi ricordi.

pittura

Dipingere ha diversi vantaggi per tutti

Siamo spesso divisi tra casa, lavoro, faccende da svolgere. Quando ci concentriamo a colorare o dipingere, la concentrazione aumenta aiutandoci a risolvere i problemi in modo creativo. Mentre si dipinge, ci si concentra soltanto sulla nostra opera, rilasciando i pensieri negativi, risveglia la nostra immaginazione riportandoci alla nostra infanzia.
E’ un’attività completa per il cervello, perché viene stimolato sia l’emisfero sinistro (logica) che quello destro (creatività). Il cervello quindi si potenzia e si rilassa, attivando le stesse funzioni che si presentano durante la meditazione, rilassandoci.

Se poi si è circondati da un’ambiente colorato in grado di rilassarci, come ad esempio il parco che circonda l’Hotel Italia a Coassolo, la creatività si sprigiona senza troppa fatica, grazie all’ambiente circostante immerso nella natura e nel verde.