Il giardino roccioso

Con l’arrivo della bella stagione si pensa a come sistemare il giardino, quali composizioni floreali abbinare e quali piante scegliere.

Per progettare un piccolo angolo di paradiso all’aperto, un’idea divertente potrebbe essere quella di optare per un giardino roccioso con piante grasse.
Che abbiate un grosso spazio da dedicargli o in terrazza, il giardino roccioso è semplice divertente da realizzare.
Grazie alla vasta quantità di specie reperibili in tutti i vivai e nei negozi agricoli, potrete sbizzarrirvi a creare coloratissime composizioni con più tipi di piante grasse.

composizione
Innanzitutto il primo step da affrontare è la sistemazione del giardino da tutti i danni subiti durante la brutta stagione; bisognerà infatti sistemare il prato livellandolo e eliminando tutta la natura morta.
Successivamente, potete iniziare a pensare come sviluppare il vostro angolo di piante grasse. Le piante grasse da cui nascono graziosi fiori sono il Lampranto, l’Adenium, il Ferocactus, l’Echeveria, la Crassula e la Parodia.
Altro elemento fondamentale del vostro giardino di piante grasse sono i sassi e le rocce.
Non può nemmeno mancare la ghiaia rossa, i ciottoli e del pietrisco.
Se disponete di un grosso spazio e di un pozzo poco distante, potete sbizzarrirvi creando un laghetto o addirittura una piccola cascata, magari inserendo un piccolo ponticello, come quello che potete trovare all’Hotel Italia a Coassolo.

giardino-roccioso
Lasciatevi ispirare dall’immenso giardino che circonda la struttura!
Se invece intendete dedicare un angolo del vostro terrazzo al giardino roccioso, procuratevi un grosso vaso non troppo profondo, disponete sul fondo delle pietre (che aiutano a far defluire meglio l’acqua), il terriccio, e divertitevi a creare le composizioni!
Un’ idea per particolarizzare e rendere unico il vostro giardino roccioso, è quella di aggiungere lanterne total white, candele, oppure grossi sassi sul tono del grigio e del bianco.
La manutenzione è semplice, le piante grasse infatti, grazie alle loro riserve d’acqua e alla loro struttura, non necessitano di un’eccessiva cura né di un’irrigazione costante.
Anzi, durante il periodo di riposo vegetativo, le piante non hanno proprio bisogno di acqua.