Percorsi di maggio Tra Valli di Lanzo e Val di Tesso

I percorsi adatti all’inizio della bella stagione che vi porteranno a scoprire la bellezza della Val di Lanzo e Val di Tesso, a pochi chilometri da Torino.

Le Valli di Lanzo sono circondate da alcune delle più imponenti vette del Piemonte che separano l’Italia dalla Francia. Prendono il nome dalla cittadina di Lanzo Torinese, da cui ci si può incamminare verso molteplici percorsi di trekking, alcuni più complessi, altri percorribili anche da escursionisti meno esperti.

La Valle Tesso, fa parte delle Valli di Lanzo e si differenzia per essere più aperta rispetto alle altre, permettendo di godere della vista della pianura fino alla collina torinese.

Oltrepassati il comuni di Lanzo e Monastero di Lanzo, si può lasciare la macchina nei pressi di Marsaglia e iniziare il cammino.
Visitata questa bella frazione, caratterizzata da una chiesa barocca, si può partire alla volta del Rifugio Salvin (m 1580), prendendo la mulattiera che conduce alla borgata Salvin.
Questa mulattiera veniva usata per trasportare il fieno immagazzinato negli alpeggi durante l’estate, quando le scorte di fondo valle terminavano.

Dopo circa una decina di minuti si arriva alla Roc di Balmabianca, dove sono presenti tracce di antiche carbonaie. Il percorso continua ancora attraverso un terreno ricco di acque sorgive e superate altre baite, si arriva finalmente al Rifugio Salvin.
Qui è possibile fermarsi per assaggiare prodotti tipici locali.

Una volta rigenerati, è possibile continuare ancora attraverso i molteplici percorsi escursionistici che partono dal Salvin.

lago-monastero

Molto bello è il percorso che porta al Lago di Monastero (m 1992).
L’itinerario è percorribile a piedi o in mountain bike. Il percorso presenta 400 mt di dislivello, e il tempo per raggiungere il lago è di circa due ore.
La strada costeggia pascoli e alpeggi e permette di godere di un panorama mozzafiato sulla Pianura Padana e sulle Alpi Graie.

Nei giorni in cui non c’é nebbia, è possibile notare il Monviso e il Monte Rosa.
Una volta arrivati al lago potete passare una giornata rilassante e rigenerante immersi nella natura incontaminata, lontano dal caos della città.

forchetta

In alternativa, un percorso che parte dal rifugio Salvin è quello che conduce al Passo della Forchetta (1666 m). E’ la camminata più semplice, e attraversa in piano la valle fino ad arrivare a Menulla. Il tempo di percorrenza è di circa 45 minuti.
Durante il percorso si incontrano diversi alpeggi, testimonianza di un passato ricco di storia.

Una volta giunti al Passo, la fatica sarà ripagata dalla vista che si presenterà davanti ai vostri occhi: questo posto è infatti un immenso “balcone” che si affaccia sulle Alpi Graie e sulla Val di Tesso.
Poco distante potrete anche notare un piccolo monumento dedicato ai due giovani partigiani Peroglio e Marino, caduti in battaglia il 28 aprile 1944 durante un rastrellamento dei nazifascisti.

Soggiornare all’ Hotel Italia a Coassolo significa avere un perfetto punto di partenza per effettuare questi percorsi e raggiungere luoghi incantati grazie alla sua posizione strategica.