Percorsi escursionistici in Val d’Ala

Con l’avvento della bella stagione torna la voglia di ricominciare a uscire dal “letargo” invernale, e, un modo per poter fare movimento e allo stesso tempo esplorare le vallate che ci circondano, può essere quello di scoprire i molteplici percorsi che si snodano partendo dalla Val d’Ala.
Questa vallata è situata al centro delle Valli di Lanzo, ed è attraversata dalla Stura di Ala.

Partendo da Balme si può raggiungere a piedi o in macchina il Pian della Mussa (m1850), una vasta distesa erbosa stupenda in estate quanto d’ inverno, contornata da vette e ghiacciai imponenti.
Questo posto è ideale per chi vuole fare un picnic fuori porta o per chi vuole partire dai molteplici percorsi di trekking presenti.
Qui è facile avere incontri ravvicinati con marmotte, camosci, stambecchi, mentre le acque torrenziali sono abitate da numerosissime trote, e per quanto riguarda la fauna volatile, troviamo il gracchio alpino, i falchi, le poiane e i gipeti.

marmotta

Per esempio da qui si può raggiungere il rifugio Gastaldi (m 2659) , con un tempo di percorrenza pari a due ore e trenta.
Questo rifugio fu costruito nel 1880 ed è il più antico delle Valli di Lanzo e, a discapito della sua posizione, fu teatro di scontri tra partigiani e nazifascisti durante la seconda guerra mondiale.
Da questo rifugio successivamente si possono raggiungere l’Uia di Ciamarella(m 3676) e di Bessanese (m 3604).

Da Balme si può anche effettuare un’ escursione al Lago Afframont (m 1986), un percorso adatto a tutti.
Partendo nei pressi dello stabilimento dell’acqua minerale Pian della Mussa si arriva in prossimità di un gabbiotto della sciovia da dove parte una strada sterrata.
Dopo pochi metri si prende il sentiero che inizia sulla sinistra e, seguendo le segnalazioni (tacche rosse e ometti) ci si dovrebbe trovare lungo i sentieri che si addentrando nei boschi, e scoprirete la “Foresta di Sherwood”, un’insieme di sculture in legno.
Attraversando radure, ammirando i ruscelli, la cascata, e la ricca vegetazione tutt’attorno, giungerete finalmente a destinazione. Qui potrete godervi una giornata di relax sulle rive del Lago Afframont, particolarizzato dalla sua forma triangolare.

montagna
Altro percorso interessante è quello che porta ai Laghi Verdi (m 2142 -m 2154), anche se più complesso come percorrenza, può essere raggiunto da escursionisti poco esperti.

Se invece volete vivere l’esperienza di un viaggio nel tempo, Ala di Stura farà sicuramente per voi.
E’ soprannominato paese delle “meridiane e degli affreschi”, e, inoltrandovi nelle vie che si sviluppano tra le varie borgate, troverete infatti una ricca concentrazione di antichi orologi solari, per la precisione 76, e molteplici affreschi ed incisioni rupestri.
Troverete anche diversi ecomusei, nei quali sono custoditi oggetti e costumi della vita quotidiana di un tempo.

L’ Hotel Italia è il perfetto punto di partenza per trascorrere una giornata in questi fantastici posti, sarete infatti in Val d’Ala in un’ora di macchina, e, una volta arrivati, potrete rigenerarvi in mezzo alla natura e riscoprire le antiche tradizioni montanare.